Portale “Quello che conta"



Il Portale www.quellocheconta.gov.it predisposto dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria offre ai cittadini una fonte informativa autorevole, semplice, rigorosa e indipendente, per aiutarli a prendere decisioni consapevoli nel campo della finanza personale e familiare, dell’assicurazione e della previdenza.

Nel portale “Quello che conta” sono disponibili consigli, indicazioni sulle cose da sapere e guide pratiche; inoltre, è presente un glossario di finanza, assicurazione e previdenza in continua evoluzione e della descrizione dei diversi strumenti bancari, finanziari, previdenziali ed assicurativi accessibili sul mercato.

Foglio Informativo Centrale Rischi



La Centrale dei Rischi è un sistema informativo, gestito dalla Banca d’Italia, che raccoglie le informazioni fornite da banche e società finanziarie sui crediti che concedono ai loro clienti.
Il servizio permette di conoscere i dati che banche e società finanziarie hanno segnalato sul conto dei propri debitori. Il servizio è gratuito.

Monitorata



Monitorata è un calcolatore studiato da ricercatori del Dottorato in Banca e Finanza dell’ Università di Roma Tor Vergata per conto di Assofin. Questa iniziativa è stata promossa da Assofin per rendere i cittadini più consapevoli e responsabili nell’accedere al credito. E’ un sito costruito tenendo conto della normativa vigente e quindi può costituire un elemento importante per dare gli adeguati chiarimenti al cliente prima della stipula di un contratto e fruire quindi di un credito responsabile.
www.monitorata.it è il link che permette al consumatore di accedere alla sezione “per saperne di più sul credito” per informarsi, alla sezione “rispondi alle domande sul credito” per verificare con un test di autovalutazione le proprie conoscenze sui finanziamenti, e di calcolare la sostenibilità della propria rata.

Videopillole di educazione finanziaria



Assofin è sempre parte attiva nello sviluppare iniziative atte a rendere i cittadini più informati in tema di finanza e prodotti ad essa correlati. La nuova iniziativa vuole dare evidenza ad un progetto sviluppato da ADEIMF (Associazione Docenti Economia Intermediari Mercati Finanziari).
ADEIMF ha creato una serie di “pillole” di conoscenza, ciascuna potenzialmente indipendente dalle altre e dunque fruibile in maniera separata, ma che viste nell’insieme vanno a comporre una sorta di piccola video enciclopedia .
Di seguito il collegamento al sito in cui si trovano i video nei quali la voce degli autori,” racconta” i concetti che una mano illustra disegnandoli, rendendo esplicite le metafore e guidando l’attenzione sui diversi passaggi chiave.

Guide della Banca d’Italia



Anche Banca d’Italia si è mossa in tale senso con varie iniziative.
Le guide della Banca d’Italia, attraverso un linguaggio semplice e chiaro, hanno l’obiettivo di permettere ai cittadini di capire le caratteristiche di alcuni prodotti ad ampia diffusione, per favorire scelte consapevoli e informate attraverso il confronto tra le diverse offerte presenti sul mercato.

Quaderni didattici della Banca d’Italia



I quaderni didattici della Banca d’Italia, realizzati nel 2012 con l’intesa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per promuovere il programma di educazione finanziaria nelle scuole.

Le nuove regole sull’anatocismo e sul calcolo degli interessi



Banca d’Italia ha realizzato una  apposto manule che spiega in modo chiaro e semplice il corretto calcolo degli interessi e approfondisce il tema dell’anatocismo nel proprio sito alla sezione “Servizi al cittadino"

Anatociscmo e Calcolo degli interessi

Video della Banca d’Italia “Economia e finanza – non è mai troppo tardi"



La serie “Economia e finanza. Non è mai troppo tardi” ha l’obiettivo di contribuire ad accrescere il livello di alfabetizzazione finanziaria degli individui e delle famiglie. Le puntate toccano temi particolarmente rilevanti per la definizione delle scelte e dei comportamenti dei risparmiatori, quali il rischio e il rendimento, la ricchezza e l’indebitamento, il sistema dei pagamenti, la tutela e il bail in, la previdenza complementare, le assicurazioni.

Fondazione Educazione Finanziaria: online il portale “Cura i tuoi soldi"



Quanto è difficile prendere una decisione finanziaria adeguata alle proprie caratteristiche e alla propria famiglia? E quanto è importante saper gestire il proprio denaro in maniera consapevole e informata? La risposta è facile, ma l’informazione lo è un po’ meno. Ecco perché in tanti sottolineano la necessità dell’educazione finanziaria e di aumento delle competenze finanziarie dei cittadini. Ed ecco perché è online il sito Cura i tuoi soldi, un portale di educazione finanziaria che “avvicina i cittadini ai temi della gestione consapevole del denaro e del risparmio grazie a contenuti di facile consultazione e ad un linguaggio semplice e diretto”.

Il progetto è stato realizzato dalla Fondazione per l’Educazione Finanziaria in collaborazione con numerose Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori) e “cerca di dare una risposta – spiegano i promotori – all’esigenza di diffusione dell’educazione finanziaria, più volte sollecitata da istituzioni e legislatori, di fornire strumenti di conoscenza, e quindi di tutela, ai piccoli risparmiatori e in generale ai cittadini che devono affrontare scelte legate alla gestione del proprio denaro”.

Nel portale si parla di risparmio e servizi bancari, di carte di pagamento, di mutui e credito, con un’attenzione particolare alla famiglia e alla gestione del bilancio familiare. C’è anche una sezione dedicata al sovraindebitamento e all’usura e la possibilità di accedere alle informazioni per “fasi di vita” – giovani, giovani coppie, famiglie e over 60.  www.curaituoisoldi.it è “un luogo virtuale in cui i cittadini possono orientarsi con facilità nella conoscenza dei prodotti finanziari e degli intermediari con cui interagire, fattore indispensabile per compiere scelte consapevoli e informate”, spiegano i promotori, annunciando la prossima collaborazione con partner accademici, quale Adeimf (Associazione Docenti di Economia degli Intermediari Finanziari) e privati, quali Global Thinking Foundation.