Alchemy Special Opportunities Fund rileva Sigla Credit e SiCollection da Dea Capital e Palamon Capital Partners. Effettuato il closing dell’operazione che avvierà una nuova fase di sviluppo per il Gruppo Sigla.

E’ stata completata oggi l’operazione che ha permesso a Alchemy Special Opportunities Fund di rilevare il Gruppo Sigla (Sigla Credit e SiCollection) da Dea Capital e Palamon Capital Partners.

“Per il gruppo si apre una nuova fase – spiega l’amministratore delegato Vieri Bencini, commentando il closing. Dea Capital e Palamon Capital Partners hanno permesso, attraverso i capitali e le competenze apportate, la strutturazione e il consolidamento del business; ora, con Alchemy Special Opportunities Fund, puntiamo a proseguire il percorso di crescita, con l’obiettivo di diventare un operatore sempre più qualificato sia nel credito al consumo, sia nella gestione dei crediti deteriorati”.

Sigla Credit prevede di chiudere il 2017 con finanziamenti erogati e distribuiti per 225 milioni di euro (+25% sul 2016), per un totale di circa 11 mila contratti complessivi sottoscritti. Negli ultimi tre esercizi Sigla Credit ha più che raddoppiato il valore degli affidamenti, dai 93,5 milioni del 2013. Il margine di intermediazione atteso è in crescita del 26% da 10 a 12,6 milioni. L’utile netto previsto alla fine del periodo è di circa 2,3 milioni (+50% dal 2016).

Per quanto riguarda Si Collection, si prevede di superare il miliardo di crediti in gestione a fine 2017 e il fatturato della società è atteso crescere del 29% dal 2016 (dopo il +15% nel 2016 e il +7% del 2015), per un totale di oltre 130mila pratiche lavorate.

L’incremento dei volumi di crediti deteriorati gestiti da SiCollection è legato alla crescita dei mandati di gestione e recupero, da parte di banche, finanziarie, clienti corporate e investitori in NPL, al pari dello sviluppo della rete esattoriale che conta circa 230 unità di home collector. A questi, si affiancano circa 150 studi legali convenzionati, per una copertura capillare del territorio.
Sigla Credit e SiCollection, nell’operazione, sono state assistite dall’avvocato Alberto Dubini, dallo studio legale Delfino Willkie Farr & Gallagher e dallo studio legale Inzitari e Partners. Le società sono state assistite per gli aspetti finanziari da PwC.

Alchemy Special Opportunities Fund è stato assistito dagli studi MacFarlanes e Pedersoli Studio Legale per gli aspetti legali e da Heba Advisors ed EY per gli aspetti finanziari.

Il Management è stato assistito dallo Studio Legale Bonelli Erede.

Comments are closed.